Miguel Serrano su Atlantide, Iperborea, Mu e Gondwana

Iperborea ed Atlantide

Miguel Serrano: Il cordone dorato, hitlerismo esotericoNel Crizia e nel Timeo Platone ci narra di tre sorelle che sorvegliavano il Giardino delle Esperidi: una nera, una bianca ed un’altra rossa. II Giardino si trovava in Atlantide. I colori dell’alchimia sono il nero, il bianco ed il rosso. Nel Timeo si trova questa frase misteriosa: “Uno, due, tre, pero dov’è il quattro”? Anche da Montségur, quattro cavalieri fuggono col tesoro, con il Graal, si conoscono solo i nomi di tre. E dove è il quarto? Nel procedimento alchemico c’è un colore giallo, che sta tra il bianco ed il ros­so e che in realtà viene ad essere il bianco stesso, o il rosso, e lo stato dall’indeterminatezza. In questo modo, il terzo e il quarto. Dovrebbe essere, pertanto, cercato il quinto, la Pietra Filosofale, la Quintessenza, il Graal. Quale colore ha il quinto? Forse blu, co­lore che i re atlantidei usavano nelle loro cerimonie sacre, in ricordo (Minne) di qualcosa o qualcuno perduto, qualcosa che è andata via, che non si possiede più, che ormai non è più li. Dove si trovava quel blu, quella razza blu, di quegli esseri blu? Nella Thule di Iper­borea. Forse su Venere!

Secondo Juergen Spanuth, nel suo libro Atlantide, il continente affondato, la patria degli ariani, si troverebbe la, dove è oggi Hel­goland, nel Mare del Nord, e non nelle Antille e neppure nelle isole Canarie. Si sarebbe sommerso definitivamente 1300 anni prima della nostra era.

Platone ci riferisce che da Atlantide si “raggiungeva il con­tinente che si trova sull’altro lato del mare”. Cioè, la nostra America. In nessun altra parte del mondo si sente così tanto la presenza di Atlantide come in Sudamerica; perché questo era pu­re atlantideo.

Ercole, nome latino di Eracle, va a rubare i pomi d’oro del Giar­dino delle Esperidi e lotta col gigante Anteo. Quest’ultimo può es­sere nome generico forse per una razza o una comunità. Li dove si trova la radice “an” di Anteo, era, secondo Charpentier, Atlantide. Era dunque nelle Ande, nelle Antille, in Andalusia. Dopo l’affondamento nel mare, niente e restato, all’infuori del ricordo di un Gi­gante, che può essere stato un eroe o un dio. Lo ricordano i Liguri, nelle terre dell’Europa riemerse dall’acqua. La parola gigante contiene del resto anche la sillaba radicale di Atlantide!

Le leggende antichissime ci riferiscono di Iperborea, continente abitato da giganti, da una comunità di superuomini, situato nel più lontano Nord polare, con una città “come di vetro trasparente”. La pelle bianca di quegli esseri era quasi blu, i loro capelli avevano il colore di oro pallido, come di lana. Le donne iperboree erano di bellezza divina, erano Maghe e sacerdotesse, che potevano mettersi in comunicazione con i più lontani mondi celesti mediante un organo spirituale, o energia, chiamato Vril (Hvareno, quel Mana, con cui si sollevavano i Moai dell’isola di Pasqua). Coltivavano l’Amore Magico.

Iperborea si sarebbe collegato con tutti i continenti rimanenti, estendendosi nelle zone dell’Artico, prima della modificazione dell’Asse Terrestre che produsse la seconda epoca glaciale generale. I resti di quel continente favoloso sarebbero Islanda, Groenlandia e Spitzberger. Atlantide sarebbe stata una specie di penisola, un prolungamento, che permetteva l’unione diretta di Iperbo­rea al continente oggi chiamato America. Da questo fatto si spiega anche la menzione a Tula o Thule da parte dei toltechi, olmechi e maya, che dicevano di provenire da Thule.

Certuni hanno pensato che Iperborea e Atlantide erano uno stesso continente, localizzando l’Atlantide di Platone nelle regioni artiche attuali. L’alchimista islandese del XVI secolo, Arne Saknussen, avrebbe così creduto, secondo Serge Hutin, ritenendo l’lslanda un resto del continente sparito. Affermava che cataclismi che inondarono quel mondo, mescolarono tutte le terre sconvolte, cosicché l’unico luogo, dove sarebbe possibile trovare ancora oggi le rovine di quel mondo di allora, sarebbe nel centro della terra. L’alchimista avrebbe conosciuto anche la via che conduce la.

Questo continente enormemente grande era ancora esistente, du­rante l’epoca glaciale preistorica del quaternario, sull’altro lato dei grandi ghiacciai europei, i cui imponenti resti erano visibili all’inizio dei tempi storici. Queste sarebbero state “le mura come di vetro” di cui ci riferiscono gli antichi, la gigantesca muraglia.

I viaggiatori dell’anno 4500 avanti la nostra era avrebbero potuto anco­ra contemplare questi resti dell’epoca glaciale, “più di qua del dio Borea”. Secondo i caldei, Iperborea si poteva raggiungere unicamente attraverso un tunnel segreto nel ghiaccio, che arrivava fino all’Eufrate. Dopo il quarto millennio i ghiacciai si fusero velocemente ed un mare di fango rese impossibile ogni contatto con Iperborea, sommersa nella catastrofe. Sopravvissero le isole dell’Islanda e Groenlandia, su cui alcuni Iperborei si rifugiarono, cosi come “L’lsola dei Morti”, Albione, la Bianca. Monaci irlandesi visitarono le prime due nel Medioevo e le trovarono disabitate.

Solo nelle saghe dell’Edda si scoprono ancora resti del Cordone Dorato. Anche i vichinghi trovarono le isole disabitate.

I continenti Mu e Gondwana

I discendenti terreni semidivini di quegli angeli caduti sono i Figli della Vedova. Uno di loro è A-bel, il Non-Bello). Sua madre si chiama hide ed è nera, ha il colore della terra egiziana, della ma­teria alchemica ed anche del cielo della notte. È adorata dai Catari e dai Templari. Oggi è, come abbiamo visto, la Vergine Nera di Montserrat e di altri santuari dell’Età dei Pesci. Tuttavia i Catari e i Templari sapevano che era necessario passare da quel colore agli altri, fino a sviluppare l’oro alchemico, l’oro bevibile per ritornare ed essere, più che un semidio, un dio, più che un Atlantideo, un Iperboreo. Gli Iperborei non si mescolarono coi figli del­la terra, o con i superstiti mutati, involuzionati dai grandi cataclismi che distrussero anche Iperborea, sommergendo i vecchi con­tinenti Mu, Gondwana ed Atlantide. C’è già noto dove si trovava Atlantide. Mu avrebbe occupato la zona nota oggi come deserto del Gobi, parte dell’India, la Mongolia, la Malesia, 1’isola di Pasqua esistente ancora e Tahiti. Gondwana circondava il Sudamerica, l’Antartide, una parte di Africa, Australia, cosi come parti dell’India, che sono, con ogni probabilità, resti di Mu.

Come già abbiamo detto, è in alcuni frammenti del Crizia e del Timeo che Platone parla di Atlantide. Crizia ricorda che nella sua infanzia suo nonno gli aveva raccontato una storia che aveva sentito da Solone, che da parte sua 1’aveva sentita da un sacerdote del tempio egiziano di Sais. Solone diceva:“Quando gli dei purificarono la Terra con le acque, solo i pastori delle montagne si salvarono e le onde risparmiarono solo gli incolti e gli ignoranti. In questo modo voi tornerete ad essere di nuovo giovani, senza sapere intorno a questo avvenimento, né quale fu il vostro mondo in quei tempi primitivi”.

Un’enorme onda causo, in un’unica notte, la sommersione di Atlantide. Da questa catastrofe rimase sconvolto anche “il con­tinente sulla riva di fronte a quel mare”. Tiahuanaco, che fu un porto di mare, si sollevo a migliaia di metri sull’acqua. La scienza dei nostri giorni parla della precessione degli equinozi. A causa di quel fenomeno, ogni 26.000 anni un polo conosce una primavera, un’estate, un autunno ed un inverno. I ghiacci si accumulano li d’inverno e aumenta il peso in una delle estremità della terra, cosa che ha come conseguenza lo spostamento di masse di acqua verso Tequatore e l’accelerazione della velocità di rotazione planetaria nelle zone medie. All’arrivo dell’estate polare, il ghiaccio si scioglie e le masse d’acqua scorrono verso l’equatore, per forza centrifuga, passando da una velocità ad un’altra, producendo la catastrofe smisurata.

Oltre a questa spiegazione meccanicistica,esisterebbe un fenomeno di natura ignota, per così dire, sincronistico, che avrebbe fuso i ghiacci quasi immediatamente. Un indizio di quell’aumento di velocità nella rotazione della terra e “l’accelerazione del corso del tempo storico”. Vediamo oggi fenomeni che fino a poco tempo fa impiegavano 20 anni per prodursi, hanno bisogno di non più di cinque anni di tempo nell’attualità. E questa accelerazione va ad aumentare. È un segno.

La Thule iperborea avrebbe avuto la sua fioritura nell’estate polare. Ristabilitosi poi l’equilibrio, con una nuova velocità di rota­zione della terra, le acque ricoprono le regioni estreme, ed anche l’Ultima Thule sparisce.

Solone ci riferisce che solo gli ignoranti ed i pastori delle alte cime si salvarono. Nel Caucaso si salvo Noè, nelle Ande, Tamanduare, Nala e sua moglie Neua, forse sul monte Casuati. Secondo i Patagoni fu Sueca, ed è possibile che egli si rifugiasse sulla cima del Milimoyu. Con essi non si salvano né la scienza né la saggezza né le tecniche remote. Solo la leggenda sopravvive, una sorta di Cordone Dorato.

II lasso di tempo di 26.000 anni è per gli indiani un Kalpa, un’età cosmica. Giorni e Notti di Brahma. Distruzioni cicliche, distruzioni successive. Per la preservazione del Cordone Dorato, non si può indubbiamente contare unicamente sui pastori e sugli ignoranti, che trovarono rifugio sulle cime. II loro compito era probabilmente di assicurare la sopravvivenza fisica della specie affinché non si estinguesse. La Tradizione si conserverà nelle città sotterranee della leggenda: Agarthi e Shamballah. Anche Tiahuanaco sareb­be stata una città sotterranea. La Porta del Sole si apre, oggi, a tutto un mondo invisibile, sparito. Ormai è la porta sul nulla.

Tratto dal libro: Il cordone dorato di Miguel Serrano

Pubblicato in Nazionalsocialismo esoterico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Die zionistische Rote Armee (Deutsch) – David Duke

David Duke - Die zionistische Rote Armee (Deutsch)Manchmal sind die Zionisten einfach zu unbeholfen, und das wahre Gesicht des Zionismus taucht für die ganze Welt sichtbar auf.

Hier ein Zitat der Jerusalem Post:
Der israelischer Premierminister Benjamin Netanjahu, hat verkündet, dass Israel ein Denkmal für die Rote Armee errichten will. Israel will die bolschewistische Rote Armee ehren, die seit 1927 bis zum Ende des zweiten Weltkrieges, mordete, folterte und mehr Menschen misshandelte als jede andere Armee in der Weltgeschichte.

Es war eine ethnische Säuberung, sie töteten mindestens 7 Millionen Deutsche und weitere Millionen Europäer in Osteuropa, sie vergewaltigten mindestens 2 Millionen deutsche Frauen und mehrere Millionen osteuropäischen Frauen und Mädchen. Israel möchte die "glorreiche" rote Armee ehren, welche Millionen von Christen in die Hölle auf Erden, die Gulag, geschickt haben

Die rote Armee welche Osteuropa für ein halbes Jahrhundert versklavte. Wenn ich schlecht über die rote Armee spreche, spreche ich nicht von den russischen Menschen, ich bewundere sie in hohem Masse. Die Russen waren Opfer der roten Armee so wie es der Rest Europa’s war, vielleicht sogar noch mehr.

In Jahr 2001 traf ich mich mit dem grossen russischen Nobelpreisträger, Alexander Solzhenitsyn, dies war für mich die Erfüllung meines Lebenstraum. Es sagte mir, dass die Bolschewisten nicht von Russen geführt wurden, welche in Wirklichkeit die Russen hassten.

Natürlich ist es einfach in Erfahrung zu bringen warum Israel die rote Armee honoriert, sie wurde von dem selben Prozentsatz von Juden regiert, welche heute Israel regieren. Dessen Begründer war Leon Trotsky (Lev Bronstein), klingt russisch, aber sein richtigere Name lautete Lev Bronstein. Er überwachte den Mord von Millionen von russischen Christen.

Jüdischen Zeitschriften prahlen sogar mit Lenins jüdischer Abstammung.
5 der 6 höchsten bolschewistischen Führern waren ebenfalls Juden, es waren: Lenin, Trotsky, Zinoviev, Kamenov, Sverdlov, und jeder von Ihnen, Lenin eingeschlossen, sprach jiddisch.

Alexander Solzhenitsyn stellt in seinem Buch der Archipel Gulag, die sechs höchsten Administratoren der grössten "Tötungsmaschine" der ganzen Geschichte dar; es sind Aron Solts, Yakov Rappoport, Lazar Kogan, Matvei Berman, Genrikh Yagoda, Naftaly Frenkel, nicht einer von ihnen war ein ethnische Russe, jeder von Ihnen war zum Erwerb Israelischer Staatsbürgerschaft berechtigt.

Kennen Sie dieses Gesicht?!? Dies war vielleicht einer der boshaftesten Menschen der je gelebt hat, sein Name ist Ilja Ehrenburg, seine Worte die zum Genozid aufforderten, wurden auf Millionen von Pamphleten für die rote Armee abgedrückt.

Zitat: wenn dein Frontabschnitt ruhig ist und es keine Kämpfe gibt, dann töte in der Zwischenzeit einen Deutschen, wenn du bereits einen getötet hast, dann töte einen weiteren, es gibt nichts amüsanteres als ein Haufen deutscher Leichen.

Und ein weiteres Zitat: Töte, töte in der deutschen Rasse gibt es nichts ausser dem Bösem, sei es unter den Lebenden sowie unter den Ungeborenen, sie sind alle schlecht.

Wende Gewalt an und breche den rassischen Stolz von diesen deutschen Frauen, nimm sie als deine rechtmässige Beute, töte wenn du vorwärts stürmst, tötet ihr heldenhaften Soldaten der rote Armee.

Die meisten europäischen Christen waren an der Seite der Deutschen, somit verdienten dieselbe Behandlung.

Hier ist ein Zitat von Grossbritanniens Daily Mail über die Vergewaltigungen der rote Armee:
Ebenso wie die 2 Millionen geschätzten Vergewaltigungen in Deutschland, gab es überall unter Nazi- Sympathisanten wie in Wien, zwischen 70000 und 100000 Vergewaltigungen, in ganze Ungarn gab es zwischen 50000 und 200000 Vergewaltigungen, sowie Tausende in Rumänien.

Aber auch dort wo man gegen den Nationalsozialismus war, wie in Polen, Tschechoslowakei und Jugoslawien gab es diesen Ausfällen. Sie haben sogar russische, abgemagerte Frauen die aus den Konzentrationslagern befreit wurden, und noch die Gefängnisuniformen trugen, vergewaltigt.

Ein junger russischer Offizier berichtete, dass er sah was einer Kolonne Flüchtlinge die aus hunderten von deutschen Frauen und Kinder bestand zustiess.
Zitat: Frauen, Mütter und Kinder lagen auf den rechten und linken Seiten des Weges, und vor Ihnen standen die lärmende Armada von Männer mit heruntergerissenen Hosen.
Frauen die bluteten oder das Bewusstsein verloren hatten, wurden auf eine Seite geschoben, und unsere Männer erschossen diejenigen die versuchten Ihre Kinder zu schützen.

Er fährt fort und verdeutlicht, dass Vergewaltigung mit Folter und Verstümmlung
und meist mit zum Tode verprügelten Opfer endete.

Es gab keinen Kriegsverbrecherprozess für Ilja Ehrenburg, tatsächlich würde er von den Jüdischen Organisationen sogar geehrt. Genauso wie von der amerikanische Mainstream Presse.

Ebenso wird der Film "Inglourious Basterds" welcher Folter und Hass zeigt von ihnen gelobt, welche eine neue Flagge von Ilja Ehrenburgs Mentalität darstellt.

Tatsächlich wurde die rote bolschewistische und mörderische Armee, seit seinen frühesten Tagen von der jüdischen Gemeinschaft auf der ganzen Welt, und von internationale Bänkern, wie Jacob Schiff, damaliger Chef der Goldman Sachs, enthusiastisch unterstützt.

Die Unterstützung der rote Armee ist für die Zionisten nichts Neues. Diese Völkermordenden Irren, verantwortlich für die Vergewaltigungen und den Genozid von Millionen unschuldigen Menschen wird ebenfalls im Holocaust Museum in Israel geehrt !

Die kanadische Jewish News berichtete, dass dieser kommunistische Führer, Ilja Ehrenburg, der soviel Loyalität gegenüber den Juden und Israel zeigte, im Geheimen alle seine privaten Dokumente nicht an Russland, sondern an Israel spendete.

Die kürzlichen Enthüllungen, dass Ehrenburg dafür sorgte, dass seine private Archiven nach Jerusalems Yad Vashem Bibliotheken und Archiven übermittelt worden, während er noch am Leben war, ist eine überwältigen Offenbarung.

Der "Ehrenburggeist" ist immer noch lebendig, wie z.B im Film Inglourius Basterds in dem Folter, Sadismus, und kaltblütiger Mord an alle Feinde Israels gefordert wird. Auch die heutige Akademie honoriert ihn noch sowie die Medien loben ihn.

Abe Foxman, Kopf der ADL sagte, dass der Film, ein Oskar gewinnen sollte, er sagte, Zitat: Mitteldrama, Komödie und Roman, regt der Film zum nachdenken an. Millionen die ihn sehen, würden die Schrecken des Holocaust begreifen,und aus meiner Sicht Zitat: Wenn es doch nur wahr wäre

Gott weisst dass es wahr ist. Es geschah nicht nur an Soldaten, sondern an Millionen unschuldigen Männer, Frauen und Kinder in ganz Osteuropa und Russland, und dass passiert genau jetzt in Palästina mit den Palästinenser, sie sind die Jüngsten Opfer desselben alten übels.

Die jüdisch dominierten Medien stellen die Palästinenser als die Boshaften und Terroristen dar. Die Zionisten welche die Palästinenser zu Zehntausende terrorisieren, sie aus ihren Heimen zwingen, bombardieren, verbrennen und verstümmeln werden von den jüdisch dominierten Medien als die armen und unschuldigen Opfer der Palästinenser porträtiert.

Gott möge den Palästinenser helfen, die Menschen in Amerika und Europa setzen sich für Palestina ein.

Kürzlich wurde mein Bericht über den Inglorious basterd von jüdischen Extremisten zensiert.
Es wird gewünscht, dass man diesen jüdischen Filme welche Folterszenen, Sadismus und Mord gorifizieren zustimmt und sagt cool, das ist toll, wundervoll. Aber wage es nicht zu kritisieren, denn dann bist du der Unmensch und Antisemit!!!!

Bitte helfen Sie mir dieses Nachricht zu verbreiten, alles was ich sage ist in meinen Bücher "My Awakening und Jewish Supremacism" dokumentiert. Lesen Sie diese Bücher die von Millionen auf der ganzen Welt gelesen werden. Gehen Sie zu meine Internetseite, davidduke.com, durch forschen Sie und prüfen Sie jedes Wort das ich sage.

Ich rate Ihnen die Wissenschaft zu hinterfragen und selbstständig zu denken. Zusammen werden wir die wahren Apostels des Hasses enthüllen.

Senden Sie diesen Videolink Ihren Freunden, Familienmitglieder und Internetforen, und sagt Ihnen, dass wenn meine Videos auf Youtube gelöscht oder zensiert werden, sie alle meine Videos auf meiner Webseite wieder finden.

Ich lasse alle andauernden Bedrohungen und Angriffen dieser Heuchler des Hasses über mich ergehen, und ich werde nicht aufhören.

Aber ich schaffe es nicht ohne Ihre Unterstützung, Danke, Gott segne euch.

Pubblicato in Deutsch, Video | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Israele festeggia l’attacco alle torri gemelle – Kevin Barrett

È da ormai più di 11 anni che in Israele si celebra l’operazione terroristica portata avanti con successo contro gli Stati Uniti d’America, l’attacco terroristico dell’11 settembre del 2001.

Solo per fare un esempio, recentemente dei bambini israeliani si travestirono da Twin Towers con tanto di aerei conficcati ed esplosioni, per festeggiare quella bizzarra festività ebraica che è il Purim, così da simboleggiare l’attacco alle torri gemelle.

Israele festeggia l'attacco alle torri gemelle di Dr. Kevin Barrett

Il Purim esalta e commemora un antica operazione molto simile a quella del 9/11. In questo caso si tratta della storia degli inganni di Esther, che nascondendo le sue vere origini, riuscì a sedurre il Re di Persia e lo convinse poi a punire i nemici degli ebrei presenti nel paese, massacrando così 75’000 persiani.

In altre parole durante il Purim si commemorano le menzogne che gli ebrei raccontano, il penetrare ai più alti livelli di ogni governo e il manipolare i leader di un impero in modo da farli commettere omicidi di massa contro gente percepita da loro come “i nemici del popolo ebraico”. Questo è esattamente ciò che i neo conservatori estremisti come Likudnik – Wolfowitz, Perle, Libby, e il resto – hanno fatto con l’attacco dell’11 settembre del 2001. L’unica differenza è che questi moderni Esthers neo conservatori potrebbero eventualmente uccidere milioni di persone innocenti, non solo 75.000.

E se riescono a ingannare e a convincere gli Stati Uniti ad attaccare l’Iran per conto di Israele, provocando così la terza guerra mondiale, gli’Esthers neo conservatori di oggi potrebbero uccidere decine o addirittura centinaia di milioni di persone.

Gli scolari israeliani travestiti da Twin Towers che vanno a fuoco non sono i primi sionisti a celebrare il più grande attacco mai effettuato da Israele contro l’America. Questo onore lo hanno avuto anche gli “israeliani danzanti”, cinque spie del Mossad che la mattina dell’11 SETTEMBRE 2001 dal Liberty State Park, situato tra il porto e il World Trade Center, puntarono le loro telecamere verso gli edifici ancora intatti, le Twin Towers, in modo da filmare l’attacco che stava per avvenire ( Il loro video in cui si vede il primo aereo che colpisce la Torre Nord, non è mai stato rilasciato pubblicamente. )

Quando gli aerei andarono a schiantarsi contro le Torri, gli “israeliani danzanti” impazzirono di gioia. Cominciarono a saltare, a fare capriole e farsi il batti cinque. Una volta bruciate le torri, gli “israeliani danzanti” iniziarono a farsi fotografie tenendo in mano accendini accesi di fronte alle Twin Towers in fiamme. E quando le torri furono poi fatte saltare in aria e ridotte in polvere con delle esplosioni controllate in stile demolizioni, gli “israeliani danzanti ” esultarono di gioia. Il loro piano era riuscito.

Purtroppo per loro – e per Israele – le loro celebrazioni non sono passate inosservate. Una donna americana chiamò la polizia che ha arrestò i quattro agenti del Mossad, sequestrò migliaia di dollari in contanti che tenevano nascosti nelle calze e tennero in stato di arresto per settimane. Durante la loro detenzione, le spie israeliane fallirono ripetutamente il test della macchina della verità. Tuttavia, furono poi segretamente estradati a Israele su richiesta del governo israeliano e del responsabile per la sicurezza nazionale, l’ebreo dalla doppia cittadinanza (USA, Israele) Michael Chertoff.

Più tardi, una volta tornati in Israele, gli “israeliani danzanti” ammisero in televisione la loro complicità nel compiere l’attentato, ma negarono di avere piazzato l’esplosivo che distrusse le torri gemelle, dicendo: Eravamo lì solo per documentare l’evento (Come facevano a sapere che ci sarebbe stato un evento da documentare?).

Un altro israeliano che visibilmente non riusciva a contenere la sua gioia per il successo avuto nell’operazione Esther del 9/11 2001 è stato Benjamin Netanyahu. Quando al primo ministro israeliano fu chiesto riguardo la sua reazione all’attentato dell’11 settembre, fece la seguente dichiarazione: “È una buona cosa!” Poi, tirandosi un attimo assieme aggiunse che non era proprio una buona cosa ma che lo era sicuramente per Israele.

Netanyahu non ha mai smesso di vantarsi di quanto meraviglioso fosse stato per lui l’attentato dell’11 settembre. Sette anni dopo l’attacco ancora faceva affermazioni simili: “Noi beneficiamo di una cosa, e cioè l’attacco alle Twin Towers e al Pentagono (Ha’aretz, Apr 16, 2008 -??” Report: Netanyahu dice gli attacchi terroristici dell’11 settembre sono stati un bene per Israele “.)

Netanyahu non era l’unico funzionario israeliano di alto livello colto a celebrare l’attacco dell’11 settembre. Un altro è stato il leggendario capo dei servizi segreti del Mossad, Mike Harari.

L’11 settembre 2001, mentre gli israeliani danzanti ballavano e Netanyahu ridacchiava, il capo del Mossad israeliano in pensione, Mike Harari, era a Bangkok in Thailandia che organizzava una grande festa per celebrare il successo della sua operazione di intelligence, l’attentato alle torri gemelle. Durante i festeggiamenti si vantava con uno dei suoi collaboratori, Dmitri Khalezov, del fatto che lui, Harari, era stato responsabile per l’attentato dell’11 settembre. (È possibile ascoltare l’intervista radio con Khalezov a intervista radio con Khalezov sull’attentato del 11 Settembre.) La testimonianza di Khalezov è sostenuta da documenti che mostrano il falso ID che Harari stava usando in Thailandia.

Tutte le celebrazioni israeliane del 9/11 – finora – sono state non ufficiali. Ma il governo israeliano sta festeggiando ufficialmente un altro dei suoi numerosi attacchi contro gli Stati Uniti: Il Lavon Affair del 1954, anche nota come operazione Susannah. In tale operazione segreta, agenti del Mossad israeliano, travestiti da egiziani, bombardarono obiettivi americani in Egitto. Quando i terroristi israeliani furono poi catturati dalle autorità egiziane e perseguiti, Israele negò ogni coinvolgimento e si lamentò del fatto che il tutto era solo propaganda antisemita. Ma più tardi, come lo stesso sito sionista Wikipedia ammette: “Nel marzo 2005 Israele onorò pubblicamente i superstiti di quella operazione e il presidente Moshe Katsav assegnò a ciascuno un certificato di apprezzamento per il loro impegno a favore dello Stato (Israele), fatto che termina decenni di smentita ufficiale da parte di Israele.”

Quando succederà che Israele assegnerà ufficialmente una medaglia al merito ai suoi agenti del Mossad per avere fatto saltare in aria le Torri Gemelle e il WTC-7 uccidendo quasi 3.000 americani al fine di avviare una serie di guerre da parte degli USA contro i nemici di Israele? Si può tranquillamente supporre che ciò non accadrà per un altro paio di decenni.

Quando ammetterà Israele finalmente la sua responsabilità per l’attentato dell’11 settembre e gli onori sontuosi fatti ai terroristi del Mossad incaricati di eseguire tale attentato, sarà durante il Purim, la festa in cui si festeggia il manipolare governanti non ebrei per farli commettere omicidi di massa contro i loro nemici?

Pubblicato in Cospirazione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Manifesto del genocidio bianco – David Lane

Manifesto del genocidio bianco di David LaneIl Manifesto del Genocidio Bianco è formulato in modo da escludere e ignorare i sofismi delle “autorità” nominate dal sistema. I sistemi di potere, sia religiosi che laici, hanno inventato e canonizzato, nel corso della storia, Vescovi, sacerdoti, professori, storici, esperti di Propaganda, fabbri della parola, medici in varie presunte discipline e una serie di simili prostitute glorificate, con lo scopo specifico di confondere, fuorviare, controllare e usare le masse.

Due figure storiche ben note che sono cadute in disgrazia dopo aver esibito un raro candore sono Napoleone Bonaparte e Henry Ford. Bonaparte dopo aver esaminato accuratamente documenti della Biblioteca Vaticana è stato segnalato per aver detto: “La storia è una favola.” Henry Ford, dopo aver commissionato un gruppo di studiosi al fine di indagare i poteri reali dietro i governi, ha fatto la dichiarazione: “La storia è una montatura”. Un autore di nome Trevanian ha scritto che “La propaganda dei vincitori diventa la storia dei vinti”. Il fatto è che tutti i sistemi di potere riscrivono la storia e propagandano gli eventi contemporanei per i propri interessi.

Dignificare gli inganni delle prostitute del sistema tramite citazione, dibattito o mediante l’adesione all’uso di terminologia politicamente accettata legittima solo la loro prostituzione e apre le porte a sofismi senza fine.

Da tempo è stato notato, fra gli uomini percettivi, che coloro i quali hanno acquisito l’uso della terminologia di sistema attraverso la cosiddetta “istruzione superiore”, sembrano particolarmente ottusi ad accettare le circostanze espresse dal buon senso e che queste persone “colte” di solito sono le ultime a rinunciare ad un sistema corrotto, distruttivo e tirannico. Questo è così, in parte perché si sono prostituite per guadagno personale, ma anche perché l’istruzione superiore è più propriamente detta “inquinamento avanzato del cervello”. Lo scopo dell’istruzione superiore è quello di creare i manager per i padroni dell’impero.

Alla luce delle circostanze indicate, il Manifesto del Genocidio Bianco non si affida a parole di autorità “riconosciute” o scritti “autorizzati”. Le dichiarazioni del Manifesto e le conclusioni provengono principalmente da tre fonti: le leggi della natura, il senso comune e le circostanze attuali. Gli specialisti della masturbazione intellettuale della struttura di potere attuale, quasi certamente reagiranno con i soliti giochi di parole pretestuosi, che per la sofistica sono l’unica risorsa nella negazione dei fatti. Per esempio, quando affermo che solo circa l’8% della popolazione della terra è Bianca, posso prevedere dalle esperienze passate che le prostitute del sistema tenteranno un dibattito sulla questione se la cifra dovrebbe essere del 9%, o se i Greci moderni sono di colore bianco, o anche se esista una razza bianca. Hanno un arsenale di inganno semantico quasi infinito. La retorica politica é evidentemente non valida. I fondamenti del Manifesto del Genocidio Bianco sono Verità assoluta nello spirito, funzionali nel dettaglio ed innegabili da persone di buona coscienza e dalla mente ragionevole.

Il Manifesto per progettazione e intenti utilizza terminologia onorata nel tempo, deliberatamente in contrasto con la dissacrazione semantica motivata politicamente. Per secoli la parola “gay” è stata riferita a uno stato d’animo gioioso, mentre “omosessuale” è la parola di riferimento a un triste stato di cose nel quale è stato abbandonato il ruolo naturale del maschio e della femmina in favore di qualcosa che nega il volere della Natura. Per secoli le tre razze più importanti del mondo sono state chiamate Negroide, Mongoloide e Ariana ( ora chiamata Caucasoide, cioè Bianca, in modo da includere gli ebrei e altri asiatici ). Le razze di colore del mondo ( che comprendono circa il 90% della popolazione della terra e molto più quando si considerano le importanti statistiche demografiche degli individui in età fertile o più giovani ) non sono una minoranza.

La civiltà occidentale è creazione di uomini bianchi, dall’impianto idraulico e riscaldamento interno, a più sofisticate invenzioni come orchestre sinfoniche, moderni mezzi di comunicazione e anestetici.

L’aggiunta di un suffisso “ista” o “ismo” non demonizza una parola. Proprio come un Battista ama e sostiene la sua religione, un razzista ama e sostiene la sua razza. La conservazione dei propri figli è la prima e più alta legge della Natura quando l’esistenza della propria razza è minacciata, quindi il razzismo diventa un imperativo di primissimo ordine voluto dalla Natura. Il Manifesto del Genocidio Bianco non è conforme alla corruzione del linguaggio, come negli esempi riportati, o ad altra terminologia politicamente accettata ma fallace.

Il Manifesto attribuisce poco peso, se mai alcuno, alle dichiarazioni di prostitute politiche o religiosi di sistemi di potere, di questa o di qualsiasi altra epoca. Il miglior giudizio di intenti deriva da azioni, risultati e da chi ne beneficia. RICONOSCENDO che nessuna razza si suicida volontariamente, il Manifesto smaschera la tribù razzial-religiosa che governa ora sui paesi un tempo bianchi e tutto ciò che nega la razza Bianca non solo in termini di Paesi Bianchi, ma scuole Bianche, quartieri Bianchi, organizzazioni Bianche e tutto il necessario per la sopravvivenza come entità biologica e culturale.

Si intenda che il termine “integrazione razziale” è un eufemismo per genocidio. Il risultato inevitabile dell’integrazione razziale è una percentuale di accoppiamenti inter-razziali ogni anno, che porta all’estinzione, come è successo alle razza bianca in molti territori in passato. Se i rimanenti bianchi sono sommersi da una marea di cinque miliardi di colorati, diventeranno una specie estinta in un tempo relativamente breve. Questo genocidio è stato compiuto da un progetto deliberato. L’autore di questo Manifesto, i suoi compagni, sia in catene che liberi, e altri che mantengono il loro uso della ragione, si oppongono a questo.

Il controllo sionista dei media, così come di tutti gli essenziali centri dell’industria, della finanza, della legge e della politica nelle nazioni un tempo Bianche è semplicemente un fatto ed è ben conosciuto da tutti coloro che sono in posizioni influenti. Per coloro che dubitano, le informazioni sono disponibili per i ricercatori attraverso ottime fonti facilmente accessibili, come un qualsiasi libro intitolato Ebrei – Chi è chi in una biblioteca locale o un’analisi intelligente di biografie facilmente reperibili. Lamenti incessanti e di solito falsi sull’antisemitismo non cambiano i fatti. Riconoscendo che è nella natura delle persone sobrie e riflessive l’accettare i dettami o direttive delle esistenti istituzioni governative e religiose, è indispensabile che l’intento di tali sistemi sia chiaramente identificato. Quando l’intento, correttamente identificato soprattutto dall’influenza delle esistenti istituzioni che governano, è distruttivo per un popolo, allora le circostanze devono essere presentate a tutte le persone con la coscienza pulita.

IL MANIFESTO DEL GENOCIDIO BIANCO

Pertanto, noi, il corpo consapevole di quelle persone identificate storicamente e correttamente come razza ariana (o bianca), dichiariamo quanto segue:

1)Tutti i governi esistenti negli Stati un tempo Bianchi ora ci negano l’egemonia e le esigenze territoriali esclusive necessarie per la nostra sopravvivenza come entità biologica e culturale.

2) Il risultato inevitabile dell’integrazione razziale è il genocidio della razza bianca attraverso l’incrocio di razze. La promozione della mescolanza razziale tra le donne bianche e gente di colore è evidentemente una priorità in tutti i mezzi di comunicazione approvati dai sistemi esistenti.

3) Gli uomini bianchi che resistono alle pratiche di genocidio contro la loro razza sono distrutti economicamente, politicamente e socialmente. Se hanno continuato a resistere in modo efficace sono assassinati o imprigionati ingiustamente.

4) La vita di una razza è nel ventre delle sue donne, e oggi circa il 2% della popolazione della terra è composta da donne bianche di età fertile, e questa è la statistica demografica essenziale per la sopravvivenza.

5) I sistemi economici, politici e religiosi possono essere distrutti e resuscitati, ma la morte della nostra razza sarà eterna.

6) L’istinto degli uomini bianchi per preservare la bellezza delle loro donne e un futuro per i bambini bianchi su questa terra è ordinato dalla Natura e dal Dio della Natura.

7) Tutte le nazioni occidentali sono governate da un complotto sionista per mescolare, superare e sterminare la razza bianca.

8) L’America è il dipartimento mondiale di polizia sionista. In America i poteri militari e di polizia sono utilizzati per distruggere ogni stato di razza bianca o competenza territoriale sul globo. Esempi sono l’integrazione forzata delle scuole del Sud da parte della divisione 101 Airborne utilizzando baionette, il ricorso ai manganelli da parte della polizia sotto editti federali per picchiare a sangue le madri bianche di South Boston quando hanno protestato contro l’integrazione e la distruzione delle loro scuole di quartiere, e la distruzione di uno stato razziale bianco nella nostra antica patria europea attraverso la guerra e la successiva occupazione da parte delle truppe di colore. Questo dopo che la Germania ha tentato di svolgere la sua funzione storica, come difensore della razza, come dimostrato contro gli invasori Mori e Mongoli.

9) La negazione di posti di lavoro per le persone bianche attraverso la cosiddetta discriminazione positiva e altri regimi nefasti ha come risultato la diminuzione delle famiglie bianche e delle nostre popolazioni.

10) Gli sport multirazziali, il divertimento e l’integrazione sono progettati per distruggere il senso di unicità e i valori necessari per la sopravvivenza della nostra razza.

11) La storia è riscritta per oscurare i successi dei nostri antenati e attribuirli a razze di colore.

12) Il giudeo-cristianesimo è dedicato al concetto di livellamento razziale dell’umanità e, pertanto, al genocidio.

13) I governi di occupazione Sionista d’America e altre nazioni occidentali promuovono l’atto innaturale dell’omosessualità, sapendo bene che il potere dell’istinto maschile per l’unione sessuale deve essere volto alla procreazione con le femmine della stessa razza per garantire la sopravvivenza razziale.

14) I governi di occupazione Sionista d’America e di altre nazioni occidentali promuovono e tutelano l’infanticidio di bambini bianchi sani, che ora si chiama aborto, immensamente a scapito della razza.

Alla luce di questi e innumerevoli altri reati contro la razza bianca collettiva, così come dell’evidente politica di genocidio, con la presente ripudiamo fortemente la fedeltà o il sostegno alle istituzioni dei nostri carnefici. In obbedienza alle leggi della Natura e riconoscendo che la Natura e le sue leggi sono opera di Dio, qualunque sia la comprensione che possa avere un uomo del Creatore, e che la legge suprema è la conservazione del proprio tipo, richiediamo ulteriormente la formazione di esclusive patrie Bianche sul continente nordamericano e in Europa. Se ciò ci è negato, cercheremo una risoluzione in tutte i modi necessari.

Lasciate che chi ha commesso tradimento con il distruttore sionista, o gli indecisi, siano consapevoli. Se riusciremo nel nostro intento, espresso nelle QUATTORDICI PAROLE:
“Dobbiamo assicurare l’esistenza del nostro popolo e un futuro per i bambini bianchi”, allora il loro tradimento sarà ricompensato adeguatamente. In caso contrario, se la razza bianca seguirà il destino dei dinosauri, l’ultima generazione di bambini bianchi, inclusi i vostri, pagherà la vostra vile complicità per mano delle razze di colore che erediteranno il mondo.

Fonte: Manifesto del genocidio bianco di David Lane

Pubblicato in Nazionalismo Bianco | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Intervista all’hitlerista esoterico Miguel Serrano

Ottima intervista all’hitlerista e nazista esoterico Miguel Serrano. In questa intervista Serrano risponde alle domande più comuni sul nazionalsocialismo e l’hitlerismo esoterico, Adolf Hitler, Carl Gustav Jung, Ezra Pound e altro.

Intervista all'hitlerista esoterico Miguel Serrano

Lei si definisce come un “Hitlerista Esoterico”. Ci può spiegare cosa significhi esattamente questo termine.

Miguel Serrano: Hitler disse: Chi pensa che il nazionalsocialismo sia solo un movimento politico non capisce niente.” Il nazionalsocialismo è sempre stato hitlerismo fin dall’inizio, e l’hitlerismo ha sempre avuto delle fondamenta esoteriche. Alla fine del 1930 e durante gli anni di guerra non era possibile o conveniente che questi argomenti fossero comunemente noti. Tuttavia, dopo la guerra e la sua perdita apparente, non c’era altro modo per l’hitlerismo di continuare il combattimento se non sul piano esoterico. Per me, l’hitlerismo esoterico è stato il prodotto di una possessione da parte di un archetipo dell’inconscio collettivo che i Greci chiamavano Dei – tra i quali Apollo che per i tedeschi era Wotan e Vishnu o Shiva per gli indù – e la sua emanazione ed espressione nelle anime individuali e collettive dei veri guerrieri hitleristi. Ciò significa il nascere di una vera e propria nuova/vecchia religione, con tutti i requisiti, i suoi riti e miti che sono necessari per scoprire o riscoprire. L’evento principale è l’apparizione su questa terra della persona Adolf Hitler, l’ultimo Avatara, che è venuto a produrre questa enorme tempesta o catastrofe, al fine di risvegliare tutti coloro che sono addormentati e di iniziare una nuova era, che verrà dopo il Diluvio. Questo è il motivo per cui abbiamo iniziato a contare gli anni della nuova era dalla nascita di Adolf Hitler.

Carl Gustav Jung, in una intervista prima della guerra, paragono Adolf Hitler a Maometto. Non consideriamo Mohammed un politico? Egli era un profeta con enormi ripercussioni politiche in tutto il mondo. Ritengo che le ripercussioni delle visioni, dei pensieri e delle azioni di Adolf Hitler, per essere la più grande figura del mondo moderno, sarebbero impossibili da calcolare oggi. Se dovessimo pensare in modo indo-ariano, come fece Savitri Devi, dovremmo vedere in Adolf Hitler una incarnazione della divinità, un Avatara, come nel titolo del mio libro Adolf Hitler: l’ultimo Avatara.

Come mai ha iniziato ad interessarti di hitlerismo, sia esoterico che essoterico?

Miguel Serrano: Io sono passato all’hitlerismo dal socialismo, rimasi particolarmente colpito dall’assassinio di 62 giovani nazisti cileni in Cile che morirono in modo eroico nel 1938.

Durante la guerra pubblicai una rivista chiamata La Nueva Edad (The New Age). Poi poco dopo, il mio maestro cileno, mi rivelò le radici segrete dell’hitlerismo e chi fosse Adolf Hitler in realtà – un mago che aveva il potere di viaggiare volontariamente fuori dal corpo e comunicare con gli altri esseri non-corporali.

Questa forma di esoterismo implica l’uso di rituali o la venerazione?

Miguel Serrano: Sì, è così. Qui in Cile abbiamo eseguito cerimonie pubbliche simili a quelle effettuate al Congresso di Norimberga, come la “Autos Sacramentales”, ma ora non si usa più farlo in pubblico. I rituali vengono eseguiti durante gli’equinozi e i solstizi. Inoltre, ci organizziamo in piccoli gruppi concentrandosi e focalizzando sul nostro Fuehrer o di creare proiezioni mentali (elementali, forme pensiero) in contrasto alle forze nemiche per distruggerle o neutralizzarle.

Crede che gli eventi possano venire influenzati con l’aiuto della magia, cioè, tramite rituali magici e la meditazione?

Miguel Serrano: Sì, è possibile, ma si tratta di qualcosa di molto complicato e pericoloso. Il problema al giorno d’oggi è che il nemico lavora a livello mentale con la Cabala e con apparecchi elettronici (Takion) che usano la proiezione di particelle sub-atomiche, al fine di controllare le menti ( o con le odierne tecnologie del controllo mentale ). Sì, oggi la guerra è perlopiù psicotronica, tecnotronica e cibernetica. La guerra principale è una guerra mentale chiamata Kamo Manasic. Ciò significa che il nemico sta intervenendo nei processi mentali degli ariani, manipolando i loro pensieri e separando il mentale dai corpi fisici, alterando così anche il karma e lo sviluppo spirituale. In un certo senso il mondo intero è ipnotizzato da questi mezzi come anche da messaggi subliminali che si trovano in tutti i media di oggi, le droghe e le bevande come la Coca-Cola, Pepsi-Cola, ecc. Sì, la guerra mentale può essere combattuta solo con simili strategie. Naturalmente, per fare ciò si ha bisogno di una disciplina e di una formazione speciale, come quella delle SS esoteriche o gli antichi ordini religiosi militari del passato.

Ci può spiegare in che relazione si trova il suo esoterismo con gli archetipi junghiani e i simboli come le rune?

Miguel Serrano: Le rune sono simboli magici molto importanti ma il codice guida della loro interpretazione è andato perduto e il loro potere quasi distrutto dalla dannosa volgarizzazione e divulgazione da parte degli ebrei. È necessario salvarle, come ho fatto nel mio libro per esempio Adolf Hitler: l’ultimo Avatara. Dobbiamo utilizzarle sul piano mentale. Tuttavia, non è prudente parlare molto apertamente di tutto questo.

Sappiamo che la sua posizione nella società le ha permesso di incontrare diverse grandi figure della letteratura e della scienza. Potrebbe descriverne alcune, anche in modo breve?

Miguel Serrano: Il più notevole secondo me era Ezra Pound. L’ho conosciuto alla fine della sua vita. Viveva a Venezia dopo che aveva passato 13 anni internato in una clinica psichiatrica negli Stati Uniti. Egli fu rinchiuso lì per il suo sostegno alla Germania e all’Italia durante la seconda guerra mondiale. Ho, inoltre, incontrato il Dalai Lama nel momento in cui era intento a fuggire dal Tibet durante l’invasione comunista cinese. Era molto giovane, aveva 25 anni. Sono andato ad incontrarlo nelle Himalaya e lui si ricordava di me e quando ci incontrammo di nuovo al funerale di Indira Gandhi a Delhi, mi invitò ad andare a Dharmasala, dove viveva. Abbiamo avuto una conversazione molto interessante. È bene sapere che prima che il buddismo fu introdotto in Tibet, i tibetani erano una razza guerriera, e la loro religione, il Bo, faceva uso della stessa svastica dell’hitlerismo. Ancora oggi i servizi segreti di Inghilterra e Stati Uniti non sono stati in grado di capire i collegamenti reali e misteriosi esistenti tra il Tibet e gli’hitleristi della Germania. Il Tibet è caduto poco dopo la caduta del terzo Reich. Purtroppo, il Dalai Lama, è diventato ora un’altro prigioniero del globalismo e uno strumento degli ebrei. Ho avuto l’onore di conoscere anche altre personalità molto interessanti tra cui Jawaharlal Nehru e Indira Gandhi nel mondo politico, e Hermann Hesse e Carl Gustav Jung provenienti invece dal mondo letterario e scientifico. I primi due sono le figure politiche di più alto rilievo che ho potuto incontrare. Circa gli altri due, i miei pareri sono stati pubblicati nel mio libro CG Jung e Hermann Hesse: Memorie di due amicizie (C.G. Jung and Hermann Hesse: A Record Of Two Friendships).

La prego di raccontarci in quale occasione e in che circostanze ha fatto la conoscenza di Carl Gustav Jung?

Miguel Serrano: Nel mio libro spiego le circostanze che mi hanno portato ad incontrare Carl Gustav Jung. Gustav Jung scrisse la prefazione del mio libro, Le visite della regina di Saba. Penso che questo professore svizzero conosceva meglio di chiunque altro nel nostro tempo chi era veramente Hitler. Nel libro del professor William McGuire Jung Speaking, pubblicato dalla Princeton University Press, vennero citate tre interviste del professor Jung su Hitler. Una era per il London Observer, un altra per un giornale americano e la terza venne messa in onda su Radio Berlino, alla fine del 1938. In queste interviste Jung afferma che Hitler era posseduto dall’inconscio collettivo della razza ariana. Ciò significa che Adolf Hitler era il portavoce di tutto il mondo ariano. Questo tema straordinario viene illustrato e analizzato nel mio libro Adolf Hitler: l’ultimo Avatara.

Sappiamo che Jung riconobbe il Nazionalsocialismo come una rinascita dello spirito di Wotan tra il popolo germanico. Secondo lei Jung, l’influenza di questo archetipo, la percepiva come un fenomeno negativo o positivo?

Miguel Serrano: Il professor Jung era un grande pensatore ma era uno svizzero e quindi una personalità contraddittoria, molto diverso nel carattere rispetto Heidegger come un dato di fatto. Subito dopo la guerra cominciò a cambiare e fece delle dichiarazioni molto vergognose su Hitler e sul popolo tedesco. Non ero al corrente di queste sue dichiarazioni fino a poco tempo fa, cosa che mi ha fatto perdere completamente la mia ammirazione e stima in lui. Inoltre, Jung non capiva nulla di Odinismo e le delle rune. Penso che fu a causa delle sue origini fortemente cristiane. Suo padre era un pastore luterano, così come lo era stato il padre di Hermann Hesse, Holderlin e, se non erro, il padre di Nietzsche. Queste situazioni creano degli enormi conflitti interni i quali hanno portato alla pazzia gli ultimi due personaggi elencati. Il massimo che Jung sarebbe stato “Meister Eckhart” e lo gnosticismo. D’altra parte era un massone, come molti dei luterani sono.

Tuttavia Jung, da come la vedo oggi, posso dire che era un uomo furbo e opportunista. Quando Adolf Hitler era in pieno potere e il Nazionalsocialismo nel pieno delle sue forze, Jung coniò il concetto dei “due inconsci collettivi”, che era un’arma letale contro gli ebrei, così come per i freudiani. Dopo la guerra questo concetto sparì dai suoi scritti quasi completamente che al giorno d’oggi sia quasi impossibile di trovare volumi delle sue opere complete. Ho un libro pubblicato in Argentina nel 1939 con il nome di El Yo Y El incosciente ( L’io e l’inconscio ), dove la teoria dei due inconsci collettivi viene spiegata. Inoltre, Jung prese una donna ebrea come segretaria.

Alcuni amici di Jung, come Van der Post, dichiararono che Jung entrò in conflitto con il regime nazionalsocialista. Quali erano i veri punti di vista di Jung rispetto al nazionalsocialismo negli ultimi anni della sua vita?

Miguel Serrano: Questa dichiarazione di Van der Post, in cui sostenne che Jung entrò in conflitto con il regime nazionalsocialista è totalmente falsa. Non ha mai avuto alcun contatto diretto con il regime. Lui fu il presidente della società psichiatrica di Berlino, andando a sostituire il dottor Goering, fratello di Hermann Goering. Jung provò solo a ingraziarsi i nazionalsocialisti sul momento, ma appena dopo la sconfitta dei nazisti ritrattò tutto, per compiacere gli ebrei. Mentre Heidegger o Ezra Pound non tradirono mai. È a causa di questo fatto che ho dichiarato che anche se ammiro in parte il pensiero di Jung, non non lo ammiro come persona, il suo carattere.

Quali sono state le circostanze in cui ha conosciuto Ezra Pound?

Miguel Serrano: Ho incontrato Ezra Pound per la prima volta a Venezia. Era già muto, al momento, ma ha rotto il suo silenzio con me. Ho descritto questo incontro nel mio libro “Il cordone dorato” e in “Adolf Hitler – L’ultimo avatara”.

Ezra Pound si dice che abbia ripudiato le sue idee filo-fasciste verso la fine della sua vita, e di aver rimpianto dichiarazioni fatte in precedenza. È vero?

Miguel Serrano: È assolutamente falso che Ezra Pound si sia distanziato dalle sue idee filo-fasciste verso la fine della sua vita. Lui non parlava o scriveva quasi a nessuno, quindi, li sarebbe stato impossibile farlo. Credo che fosse in un silenzio volontario in modo che nessuno lo avrebbe potuto costringere a fare delle dichiarazioni involontarie. Alla fine della sua vita egli rimase fedele ai suoi ideali, e disse: “Sii fedele ai tuoi vecchi sogni in modo che il nostro mondo non perda la speranza.” Purtroppo, Ezra Pound fu circondato da persone che lo amavano (come Olga Rudge) ma che non erano in grado di capirlo. Il principe italiano Ivancici, un amico di Hemingway era anche tra coloro che non lo capivano bene infatti invitò il rabbino di Venezia al funerale di Ezra Pound che ovviamente rifiutò l’invito. Forse stavano cercando di convincere gli ebrei a dargli un premio postumo Nobel… che peccato! In ogni caso, Ezra Pound, Knute Hamsun, Arno Breker ed io siamo felici e onorati di essere emarginati e dannati nel mondo ebraico presente.

Qual’è la sua opinione circa l’opera filosofica di Savitri Devi?

Miguel Serrano: Savitri Devi è uno dei più grandi guerrieri dopo Adolf Hitler, Rudolf Hess e Joseph Goebbels. Inoltre, fu la prima a scoprire il segreto e la forza spirituale dietro all’hitlerismo. Ha immaginato una nuova religione e inaugurò un santuario per Hitler in India. Era, come io stesso sono, anti-cristiana. Lei iniziò, completamente da sola, tutto ciò che si sta tutt’ora sviluppando. Non è una semplice coincidenza che i cattolici spagnoli pubblicarono un attacco contro Savitri Devi, Otto Rahn e me. Era molto tardi nella sua vita quando abbiamo iniziato a scriverci ogni tanto. Ci incontrammo quasi in europa ma arrivai purtroppo pochi giorni dopo la sua morte. Penso che Savitri Devi rimarrà per sempre sacerdotessa maggiore di tutti i sacerdoti dell’hitlerismo esoterico – i sacerdoti di Wotan.

Molti scrittori sull’occulto hanno fatto riferimenti sui presunti legami tra il Terzo Reich e il Tibet. Lei può confermare personalmente che tali legami siano esistiti?

Miguel Serrano: Non è molto risaputo ma tra Adolf Hitler e Sven Heding, l’esploratore svedese dell’Himalaya, c’era un legame personale. Entrambi erano interessati nel trovare la via più corta in cui connettere geograficamente la Germania con il Tibet – Berlino e Lhasa. Nel mondo spirituale, il rapporto tra Berchtesgaden e Lhasa esisteva anche prima di Hitler, magicamente.

Ci sono molte leggende circa i tibetani e la battaglia del Bunker. È un dato di fatto che la missione dei tibetani fu sempre quella di preservare e proteggere l’ingresso alla Terra Cava, come anche gli Inca in America. Il vero legame tra il Tibet e il Terzo Reich era la svastica, “Levogira”, poiché le direzioni di questa svastica sono la stessa di quella della religione di Bo, dell’epoca pre-buddista del Tibet, che fu una religione ariana dei Dropas, di iperborea.

Mr. Serrano, potrebbe dirci come si caratterizzano le moderne società liberali e in che misura questi sistemi soddisfino i prerequisiti che permettano una crescita spirituale da parte dell’uomo?

Miguel Serrano: Non vi sono differenze tra le moderne società liberali e quelle vecchie, essendo entrambe – come il comunismo marxista – creazioni e strumenti del giudaismo internazionale. È assolutamente impossibile che in questi sistemi vi siano possibilità per l’individuo di evolvere spiritualmente.” Anzi, al contrario, questi sistemi sono stati creati dagli ebrei per distruggere le società dei non-ebrei e la loro spiritualità.

Quali erano secondo lei le correnti esoteriche che stavano dietro al partito nazista e il terzo Reich?

Miguel Serrano: L’hitlerismo, come direbbe Otto Rahn, era luciferino. Lucifero è la Stella del Mattino. Sono un luciferino, nel senso che Lucifero è la Stella del Mattino, “la più bella luce”, e la Stella del Mattino è la Dio/Dea Venere. È più di un semplice pianeta, è una cometa che si è fermata nella posizione in cui si trova ora, al fine di ricordare agli uomini divini della propria origine spirituale, e di mostrare loro il modo di recuperarla. Là su Venere si trova ora Adolf Hitler insieme alla elite che riuscirono a fuggire dalla Terra alla fine della guerra. Contrariamente a idee sbagliate, Lucifero non ha nulla a che fare con il “satanismo”, che è manipolato dai servizi segreti come la CIA, l’M-12, l’Intelligence Service e il Mossad, ecc., al fine di distruggere la vera corrente spirituale e l’Archetipo di Hitler. Il vero esoterismo dietro Hitler e la piccola elite che lo circondava era un esoterismo scientifico di altra scienza e tecnologia. La quale si basa principalmente sul principio dell’implosione, che permette all’UFO di viaggiare tra diverse dimensioni, e qui si capisce la necessità assoluta di perdere la guerra a livello materiale, per passare in un mondo parallelo, o per meglio dire, in un altro spazio temporale (place-situation).

Il regime NS mise al bando la massoneria e le società segrete compresa la società Thule che fu coinvolta nella fondazione del NSDAP. Perché queste società segrete vennero bandite?

Miguel Serrano: Il regime del terzo Reich vietò anche la società Thule e altri ordini occulti perché giravano troppe vecchie sciocchezze in questi club esoterici, come anche connessioni con società massoniche come la Golden Dawn, il satanismo di Aleister Crowley, l’omosessualità e altro. Il Fondatore della “Thule“, von Sebottendorff, ebbe connessioni con la massoneria turca.

Subito dopo che il terzo Reich salì al potere scappò a Istanbul dove si dice si sia suicidato nel Bosforo, nel 1945, alla fine della guerra. Probabilmente fu ucciso dai servizi segreti, dopo essere stato manipolato e usato da loro durante la sua vita. Qualcosa di simile successe a Karl Haushoffer.

Questo non significa che nella Società Thule non vi erano grandi personalità, a partire da Rudolf Hess, Alfred Rosenberg e Gottfried Feder, il vero creatore dell’economia del Terzo Reich.

Ritiene che le SS siano state un ordine esoterico, come alcuni autori sostengono?

Miguel Serrano: Le SS vennero inoltre influenzate dall’ordine templare, come Julius Evola mi ha detto. C’era una élite SS che stava lavorando con il tantrismo, (naturalmente questo non aveva alcun legame con lo stile californiano del tantrismo e tendenze simili). Le SS non ebbero abbastanza tempo per raggiungere i loro obiettivi. Ma, in ogni caso, hanno cercato di produrre l’uomo completo (Over-man) utilizzando l’alchimia del sangue – l’uomo assoluto.

Considerando che lei oggi sia uno dei massimi esponenti del pensiero filosofico nazista, cosa rappresenta – come movimento politico e spirituale – il nazionalsocialismo per lei?

Miguel Serrano: Questa domanda è connessa alla sua domanda precedente. Il Socialismo Nazionale – come creato e introdotto da Adolf Hitler – lo considero l’unico sistema in tutta la storia del mondo che diede al popolo di non ebrei una soluzione al problema del capital liberalismo e marxismo.

Adolf Hitler cambiò tutto. Mise fine all’usura e il gold standard, sostituendolo con un sistema in cui i lavoratori e il loro lavoro erano la cosa più importante. L’idea più geniale fu la distruzione dell’usura, perché è l’interesse che permette all’ebreo di vivere senza lavorare, sempre a fare l’intermediario tra il produttore e il consumatore. È stato un colpo terribile tale al sistema ebraico liberale e al marxismo ebraico che dichiararono che una guerra mondiale sarebbe stata necessaria al fine di distruggere Adolf Hitler. Gli interessi sul capitale erano una cosa sacra per questi due sistemi.

Concentrandosi sugli aspetti sociali piuttosto che preoccupazioni economiche, e tramite anche l’abolizione dell’usura, tutto cambiò automaticamente. Nella società si dava più importanza alla vita spirituale e l’economia veniva messa al secondo posto. Durante il breve periodo del Terzo Reich, abbiamo potuto vedere la più fantastica esplosione in tutte le sfere spirituali e intellettuali: architettura, arte , filosofia e scienza.

Ritiene che il nazionalsocialismo sia nato esclusivamente come fenomeno per soddisfare le esigenze del 20° secolo, o che fece più ampiamente parte di una tradizione esoterica?

Miguel Serrano: C’era una nazionalsocialismo essoterico fino al 1945. Dopo tale data, alla fine della guerra, ciò che seguì fu l’hitlerismo esoterico, che nessuno sarà mai in grado di fermare perché è la “costellazione” e la rivelazione di un archetipo che si è incarnato nella persona di Adolf Hitler, che è immortale. Non è un “feticismo” per adorare e di essere al servizio di un archetipo. Al contrario, questo significa essere un fondatore o un sacerdote guerriero di un nuova-vecchia religione.

Albert Kami disse: «Il 21° secolo sarà il secolo della fede o non esisterà.” Alla fine del 21° secolo vi sarà un secolo di fede o saremo caduti nel baratro in cui il capitalismo mondiale ci sta spingendo?

Miguel Serrano: Per essere onesti, io non sono molto sicuro su tutto ciò che riguarda il 21 ° secolo. Siamo nel Kali Yuga, l’età oscura, o l’età del ferro dei Greci, e vivendo una involuzione accelerata. Se crediamo in questo, sarà molto difficile pensare a una possibilità di una nuova fede. Politicamente non c’è una soluzione, a meno che non ci sia un intervento da parte degl’hitleristi che sono sopravvissuti alla catastrofe della seconda guerra mondiale, e che hanno creato una nuova scienza e tecnologia. Noi hitleristi esoterici crediamo in questo. Sarà il fenomeno magico che attendiamo. Ma questo non significa che non continueremo a lottare fino alla fine per i nostri ideali, anche se siamo molto realistici circa l’oscurità del prossimo futuro.

Come sappiamo lei ha dedicato la propria vita all’hitlerismo esoterico. Può dirci brevemente – per i nostri lettori che sentono per la prima volta il termine hitlerismo esoterico – di che cosa si tratta esattamente?

Miguel Serrano: Il termine esoterismo deriva dal greco e si riferisce a Dio. L’hitlerismo esoterico è ciò che trascende il campo della politica, e , in un modo o nell’altro, entra in contatto con il senso e i simboli spirituali. Noi crediamo che se il mondo non è ancora giunto al suo termine, sarà solo perché l’hitlerismo si trasformò in una nuova fede religiosa, in grado di cambiare l’ uomo materialista di oggi in un nuovo eroe idealista, per il quale l’aldilà è importante quanto la vita stessa. Questo era l’atteggiamento degli eroi alle Termopili, che combatterono per l’onore e il dovere – di Dharma. Se solo fosse possibile sviluppare in tutto il mondo un atteggiamento eroico, una sorta di Ordine di Guerrieri – sacerdoti della nuova religione, dell’hitlerismo – il mondo potrebbe essere salvato e il materialismo distrutto. L’hitlerismo esoterico è una totalmente nuova visione del mondo ( Weltanschauung ), una Cosmogonia. Le SS provarono a trasmutare l’uomo in superuomo, in Sonnenmensch, o uomo-sole, un uomo che si ricordasse ancora una volta delle proprie origini divine. Si tratta di un vecchio concetto ariano, che non è dissimile al pensiero greco tradizionale e l’iniziazione ai Misteri di Apollo e Dioniso. I Greci Dori avevano nostalgia di Iperborea e così fanno anche gli’hitleristi.

È l’hitlerismo esoterico la nuova religione in arrivo? E se è così, sarà la causa di una nuova era?

Serrano: Penso che ho già risposto in precedenza a questa domanda. Naturalmente, se vi è la possibilità di una nuova religione, sarà l’hitlerismo. Tutti gli elementi sono presenti: l’incarnazione dell’Archetipo. E quando l’archetipo agisce siamo costretti a lavorare per il suo successo, anche i nostri nemici stanno lavorando per tali scopi. Nulla può fermare l’archetipo. Senza saperlo, noi trionferemo alla fine. Ma, voglio dire che ritengo che l’hitlerismo è molto più di una religione, è un modo per trasmutare un eroe in un dio.

Mr. Serrano, qual’è la situazione attuale in Cile per quanto riguarda il movimento nazionalsocialista?

Miguel Serrano: Il Movimento nazionalsocialista in Cile sta seguendo gli eventi con molta ATTENZIONE. La cospirazione Internazionale ha i Suoi archetipi e in Sud America per applicare li Stessi Metodi Impiegati dal sionismo internazionale e transnazionalisti. Il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale continueranno ad imporci il Loro piano per il Terzo Mondo. Pinochet ha rappresentato questi poteri Internazionali e il regime democratico attuale continuerà a svolgere le stesse politiche fino alla fine. Noi resisteremo combatteremo con tutti i mezzi a nostra disposizione.

Che cosa pensa di coloro che si definiscono socialisti nazionali, ma che stanno seduti in un una stanza a fissare foto del passato senza affrontare i problemi di oggi e cercare di cambiare la situazione attuale?

Miguel Serrano: Penso di aver già risposto a questa domanda. Noi hitleristi esoterici conosciamo la legge della sincronicità, che significa avere accesso in dimensioni diverse, qua e là – nel mondo filosofico e nel mondo dell’azione. Un pensiero non è sano senza essere in grado di materializzarsi in azione. Come diceva Nietzsche, “Per un albero per raggiungere il cielo con i suoi rami, deve prima toccare l’inferno con le sue radici.

Qual è la sua opinione riguardo “neo-nazismo”, che spesso sembra essere influenzato da un superficiale bigottismo stile americano piuttosto che una filosofia europea più profonda? Qual è la sua opinione riguardo a leader neo-nazisti come George Lincoln Rockwell?

Miguel Serrano: Io non parlerò male di Rockwell. Penso che sia stato toccato anche lui dal fulmine del Archetipo e fu ucciso per rinascere e fare parte dell’ultimo battaglione. Il suo fedele seguace Matt Koehl ha cercato duramente di mantenere qualche scintilla del fuoco vitale, anche in mezzo a questo stile di vita americano terribilmente superficiale e bigotto.

Come vede lei il cristianesimo in relazione al nazionalsocialismo, considerando che molti leader come Léon Degrelle erano cattolici?

Miguel Serrano: L’hitlerismo e il cristianesimo sono completamente opposti, come anche il paganesimo e il cristianesimo lo sono. Il cristianesimo è stato completamente rovinato dal giudaismo. Devo dire che pure il mio carissimo amico e camerata Léon Degrelle iniziò ad avere grandi dubbi verso fine della sua vita. E fu per questa ragione che su disposizione speciale chiese di essere cremato come Baldur. Questa fu una decisione da ariano, non da cristiano.

Qual’è il suo punto di vista riguardo l’aspetto metafisico dell’origine delle razze o sulla teoria evolutiva darwiniana?

Miguel Serrano: Sono contrario a Darwin nella mia concezione razziale. Non ho un punto di vista evolutivo ma involutivo. Che peccato che i miei libri Adolf Hitler: L’ultimo avatara e Manu: l’uomo che verrà non siano ancora stati pubblicati in inglese, perché in quei libri si trovano informazioni sulla Cosmogonia orfica e hitlerista. Spiriti – o dovrei forse dire esseri – entrati in questo mondo materiale al fine di combattere il Demiurgo sul piano fisico, che è il vero creatore di Satana-Yahweh-Geova, che a sua volta ha creato il robot genetico, l’ebreo, per contaminare il pianeta Terra. La prima incarnazione terrestre di questi spiriti ha avuto luogo in un corpo polare o razza Iperborea. Da lì, verso il dramma dell’involuzione del meticciato della razza pura con gli esseri terresti originali. Poi vennero gli ariani, che significa “nato due volte”, cioè, coloro che cercano di recuperare la purezza del “primogenito.” Questo è il vero significato del razzismo.

Lei, se non mi sbaglio, è un adoratore di Shiva. In che misura è il nazionalsocialismo un riflesso della cosmologia indù, come descritto per esempio da Savitri Devi?

Miguel Serrano: Shiva e Wotan son in realtà la stessa entità. Entrambi non furono in principio altro che gli eroi della razza Polare o Iperborea, l’incarnazione del Archetipo. La leggenda li fece diventare degli dei. La prima razza pura possedeva il potere chiamato Odil o Vril, che ora è andato perduto. Il compito degli hitleristi esoterici è quello di cercare di recuperare questo potere e diventare noi stessi come Shiva o Wotan di nuovo – l’uomo completo.

Lei vede la storia come ciclico che si ripete e se sì, ritenete, come Oswald Spengler, che il declino dell’occidente sia inevitabile? Dovremmo cercare di “salvare l’ Occidente” o, come diceva Nietzsche, “accelerare la caduta” in modo che qualcosa di nuovo possa emergere?

Miguel Serrano: Penso che la visione della storia come un fenomeno ciclico presente nella filosofia indù e greca sia il modo appropriato di vedere la storia. L’ eterno ritorno. Siamo ormai alla fine del ciclo, o Kaliyuga. È come un raccolto, il numero esatto di chicchi è maturato e sono stati in pochi a riuscirci. Una nuova era porterà il sole di nuovo, in una nuova terra, o l’anima del reale Terra, e per impedirle di perire con tutto il resto. Il numero esatto dei salvati hanno lasciato il campo di battaglia a bordo di un UFO – questa macchina spirituale – con Hitler, il Fuhrer, Wotan – Shiva. Penso che Spengler non abbia capito a fondo il concetto dei cicli Indù e greci, riducendoli a qualcosa di meccanico e biologico che fa il suo corso di crescita e di morte. Egli parla di una decadenza della civiltà occidentale , quando in realtà si tratta di una crisi di tutto il pianeta terra. Riguardo all'”accelerare la caduta” penso che sia veramente ridicolo pensare in questi termini, perché non è assolutamente necessario. L'”accelerazione del tempo porterà alla fine anche molto prima di quanto ci si aspetta.

Come vede l’attuale situazione mondiale, con la spinta verso un “Nuovo Ordine Mondiale”, l’egemonia americana e della cultura consumistica globale?”

Miguel Serrano: Gli ebrei stanno pianificando il cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale fin dall’inizio dei tempi. La “cultura del consumatore globale” è il mezzo per raggiungerlo – è già qui. Con la fine della Russia bolscevica il capitalismo internazionale sta distruggendo i confini nazionali e stati sovrani. Poco dopo arriverà la fine del capitalismo, di carta, di plastica, della moneta elettronica. Il “globalismo tecnotronico, elettronico e cibernetico servirà molto bene ad imporre la dittatura mondiale di Yehova, insieme con la realtà virtuale e la tecnologia informatica. Con la realtà virtuale gli ebrei pensano di aver scoperto un dispositivo magico in grado di dare il colpo di grazia alla realtà effettiva, a Madre Natura, in modo che neppure la Natura potrà difendersi e venire distrutta insieme a tutto il resto. Spero che capiate quanto sia orribile e diabolico tutto ciò.

In relazione a tutto questo, vorrei inoltre affermare con estrema chiarezza che sono assolutamente contro le persone che giocano come bambini con la parola “satanismo” e ” diabolico”, e peggio ancora quelli che mettono in relazione queste cose con l’hitlerismo. Molti satanisti non sanno neanche di venire manipolati con tecnologie per il controllo mentale e di essere solo dei burattini ipnotizzati della CIA, MOSSAD e altre organizzazioni. La guerra dell’Hitlerismo esoterico non si svolge sul piano materiale e sulla terra, ma in tutto l’universo, contro i servi del Demiurgo ( Aoni schiavi ). Si tratta di una guerra terribile ma gloriosa, e non abbiamo tempo per le persone che non fanno altro che danneggiare la nostra causa con tutte quelle assurdità arrivate dalla California, come il “satanismo” della sionista in America come della sionista Inghilterra.

Come lo vede lei il futuro d’Europa? L’Europa ha un’anima comune che può superare le differenze?

Miguel Serrano: Alla fine della seconda guerra mondiale le SS resero pubbliche le carte di Charlottenburg, in cui si illustra il concetto di un vero e proprio “Nuovo Ordine Mondiale” formato da patrie etniche o raggruppamenti naturali di stock razziali e linguistici. Fu pubblicata anche una mappa d’Europa in cui tutti i confini artificiali creati dopo la prima guerra mondiale, venivano aboliti. Con la perdita sul piano materiale della seconda guerra mondiale, la carta di San Francisco fu invece approvata e cioè le Nazioni Unite, in cui tutte le razze si mescolano in modo da venire controllati meglio dagli ebrei. Questo è il “globalismo” del mondo innaturale e mostruoso di oggi.

Qual’è il ruolo della Russia nella scena internazionale? Molti liberali e sionisti hanno paura di un’acquisizione del potere in Russia da parte dei “fascisti”. Lei pensa che sia probabile?

Miguel Serrano: Ho sempre paura della Russia, c’è un seme di follia in questa zona del mondo, sicuramente dovuta alla mescolanza con la razza mongola e gialla. La “Carta di Charlottenburg” prevedeva per la Russia una profonda divisione etnica: lo stock vichingo e tedesco con l’Europa e il resto con l’Asia, la Mongolia e la Cina. Al fine di potere avere una forma di fascismo o nazismo in Russia è necessario prima capire il problema razziale.

La giunta militare cilena venne descritta come “fascista”, ma permise alle multinazionali di instaurarsi nel paese e adottò il modello economico liberal-capitalista di Milton Friedman. Qual’è la sua opinione a riguardo?

Miguel Serrano: La Giunta fu un disastro per il Cile, come tutti i militari professionisti lo sono. L’Hitlerismo e il nazismo furono completamente l’opposto di una dittatura militare. Franco era un traditore che distrusse la Falange come Gen. Vargas distrusse l’integralismo fascista in Brasile; Antonescu distrusse la guardia di ferro in Romania, i militari in Cile contribuirono ad uccidere i giovani nazisti nel 1938, e Pinochet aiutò gli ebrei ad entrare in Cile come anche il liberal-super-capitalismo di Friedman. Mi sono opposto sempre apertamente al regime di Pinochet, che era una dittatura totalmente diversa da quella nazista. L’Hitlerismo è una concezione cosmogonica, una Weltanschauung totalitaria e teocratica, in opposizione alla concezione cosmogonica totalitaria demoniaca degli ebrei.

Cosa pensa lei dell’Islam che sembra attualmente essere l’unica grande forza al mondo che si oppone al consumismo globale e all’usura?

Miguel Serrano: La mia visione dell’Islam non è favorevole per niente. Sono dei fanatici monoteisti e noi siamo pagani e politeisti. Noi siamo più “vivi e lascia vivere”. Noi ci sentiamo aggrediti da queste forme di monoteismi e fanatismi. Gli islamici non vedranno mai in noi i loro fratelli quindi non penso si possa contare su di loro come alleati.

Come lo vede lei nel futuro, il nazionalsocialismo?

Miguel Serrano: In questo momento non è possibile prevedere la prospettiva di una rinascita degli Hitleristi. L’unica cosa che posso dire è che io sono sempre sorpreso dal fatto che nonostante i decenni di propaganda e lavaggio di cervello, i giovani continuano a riscoprire Hitler e il nazionalismo, come se fossero “reincarnati”, al fine di continuare la lotta su questa terra. Questo mi dà speranza e nuove energie per continuare la lotta. Hitler come anche la svastica sono dei simboli immortali e indistruttibili, nutriti da archetipi dai poteri duraturi. L’Archetipo farà il lavoro da solo, anche senza esserne a conoscenza e molto al sopra della nostra volontà e la durata di vita limitata. Questa è la nostra speranza, la nostra fede, è l’unica cosa che so.

Quale sarà secondo lei il destino dell’umanità?

Miguel Serrano: Ho risposto prima a questa domanda. Non vi è destino per tutta l’umanità, solo per alcuni. Per recuperare la loro divinità, ma non come degli “Dei inconsci” ma piuttosto con la piena consapevolezza come uomini totali, nel senso dell’individuazione junghiana, un Dio cosciente di se stesso, cosa che è possibile raggiungere solo su questa terra. E raggiungere questo stato è lo scopo dell’hitlerismo esoterico. Quando si arriva a un tale stato, si diventa l’UFO o il Vimana stesso, senza bisogno di una nuova scienza esterna o di una nuova tecnologia, perché uno ha raggiunto un mondo parallelo o una dimensione in cui incontrerà il Fuhrer e i guerrieri dell’ultimo battaglione. Questa sarà la colonizzazione dello spazio reale come la massima espressione dell’anima faustiana.

Mr. Serrano, alcun commento o conclusione finale?

Miguel Serrano: Voglio esprimere ai giovani camerati di lingua inglese e tedesca, che nessuna di queste cose sarà mai ottenuta se non intraprenderemo un combattiamo, una battaglia sincronica, anche a livello fisico contro il Grande Nemico, anche a costo di perdere la nostra vita temporanea terrena. In questo siamo simili ai musulmani che se muoiono in battaglia raggiungano il paradiso (questa usanza la presero dai persiani che erano ariani). Noi crediamo che se siamo messi a morte o uccisi per i nostri ideali e per la nostra causa andremo nel Valhalla dove Wotan e la nostra Valchiria ci daranno cento volte quello che non siamo riusciti a raggiungere nella nostra vita da guerriero sulla Terra… ma, solo se siamo veri guerrieri dell’hitlerismo esoterico!

Fonte: Breve biografia con intervista di Miguel Serrano

Pubblicato in Nazionalsocialismo, Nazionalsocialismo esoterico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 4 commenti